Vecchia piccola massoneria . “les Maçons à leur domicile“ . VERSO LA NUOVA IDEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE. Altro che NEW AGE scientismo esoteria imitativa orientale e SAVI ed anti e pro dogmi ! " Masons at home “.

VERSO LA NUOVA IDEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE.
Altro che NEW AGE scientismo esoteria imitativa orientale e SAVI ed anti e pro dogmi !


1. Le ipocrisie borghesi, neo borghesi e clericali
Borghesia e Chiese che hanno prodotto da noi valori e sapere, etiche e scienza, dogmi e ricerca, ricchezza e distruzione , sono venute a permearsi reciprocamente dei loro rispettivi lati oscuri. Attraverso le varie epoche del capitalismo, esse hanno cogenerato distruzione del lumi e del sè spirituale.
Tre essenzialmente gli steccati filosofico culturali e religiosi approntati per le masse, in funzione del dominio indisturbato dei “superiori” :
  • Il messaggio cristiano, stravolto a pratica e teoria dei deboli vinti,
  • religioni e saperi dell’altra metà del mondo, ridotti ad arte per la “coltivazione” scissa e separata dell’individuo,
  • predicazione dell’Io illusorio finanche pseudo scientista, per la massa , imbonendo una formazione scientifica didascalica e “omissiva“ collegata ad un “politeismo-ateo” contraddittorio e pericolosamente distruttivo, teso  a propagare  un  arificiosa  Dio ad personam individuale, che dissemini separazione fomentando una spiritualità simulacro utile a dividere .
Occorre oggi ancora fare più a fondo i conti con la ipocrisia borghese, madre di tutte le ipocrisie moderne, e figlia di un male antico , e con le ipocrisie neo borghesi e clericali, con la menzogna sistematica, con la bassezza morale, con la doppiezza strutturale di ceti e caste, clero e colletti bianchi, e con il dogmatismo sociale e religioso che è in sè l’inganno sublime .  
La penetrazione della doppiezza e delle dualità sino alla scissione morale di chi gestisce attività criminali mascherato da mostro esoterico , e le copre condividendo fini, metodi e strumenti , è una delle chiavi di volta della reale comprensione di questo sabba inscenato e introdotto tra guerre. violenze, terrorismi e universalismo mondialista ,  schizofrenico .
Supposti e presuntuosi prediletti , savi, illuminati o portatori di un presunto sapere superiore “esoterico”, gnostici , neopositivisti dell’ultima ora e  creazionisti fieri assertori di dogmi contrapposti, hanno perpetuato ignoranza, paura, false credenze, con un loro basso profilo, di  facciata . E perseverano in una poltica di spargimento e potenziamento-sommatoria  dei  mali oscuri della umanita’, per rendere agevole il dominio degli uomini .
Moralismo ipocrita e immoralità deviata , pratiche astruse e primitivizzanti e simbologie, alchimie, misterismi e occulto hanno inscenato la loro partita “arcaica” di governo della “plebe” da tempo immemore , ma oggi vengono trapiantati su una piattaforma progettuale  individuabile anche se non unica.
Confusione, nascondimento, manovre e processi degenerativi sul piano culturale, hanno deturpato sinanche scienza ed insegnamento, per il perpetuarsi della divisione della umanità in casta , servi e masse dominate. Ma solo alle caste e magari in luoghi separati è destinato il vero sapere , la vera scienza ?!?! Non crediamo  sia così: anche essi hanno “usufruito“ della grezza e becera “ disalfabetizzazione “ della umanità , nell’anziano occidente .
Una strategia “suicida” quindi. 
E per converso conoscenze e cultura hanno continuato ad espandersi attraverso il “dono di Dio” INTERNET e questo conferma  che “il diavolo fa le pentole ma non i coperchi “. 

2. Dal cretinismo alla idolatria dell’economico : il capitale ed il denaro totalitario .

Mito del progresso e mistica contrapposti, disvalori e valori arcaici . idolatria del capitalismo progressivo e teorie della ristrettezza delle risorse, hanno insieme contribuito, per una arcana eterogenesi dei fini, al risultato.
Le società occidentali e neo capitaliste orientali, conformate al modello del consumo infinito, fine e mezzo, omologate nell’era del capitalismo puro, dovevano arrivare indifese all’appuntamento storico.
La svolta epocale dell’era del profitto come inteso e praticato per secoli, doveva vedere saldamente al timone  elitarie caste, preparate e formate, e masse fuorviate .
Tattiche imperialiste e geopolitiche, guerre e conflitti, proseguono.
La forza economica e di dominio culturale politico e sociale gestite da apparati economici e militari hanno raggiunto la loro massima espansione.
Progetti di infiltrazione accurata e controllo sociale , travestiti da espansione delle tutele dei diritti, preparano ancora una società totalitariamente controllata come mai prima nella storia .

3. Verso quale liquidazione di caste e poteri ?!?!

Ci si appresta però a liquidare, da parte di forze diverse,   per fini eterogenei  e per ora convergenti tatticamente ,   le caste tradizionali nazionali e le caste politiche strumento del controllo delle democrazie , che create deviate ed irretite devono essere spianate come gli interessi e le classi sociali di cui sono espressione , per far posto.
Ma nonostante la potenza immensa in campo, il crollo economico e i tempi del default più le resistenze ed una nuova era di consapevolezze hanno già impantanato il più lucido e folle progetto mondiale .
3.a. L’ideale rivoluzionario della nuova umanità attraverso le classi sociali subalterne . viziato da una matrice elitaria contraddittoria o realizzazioni totalitarie , è stato poi da tempo raso al suolo dalla stessa forza conformativa del capitalismo mondializzato : non esistono più le classi di una volta e non vi è più una classe investita o investibile di un compito storico . Anzi le classi sociali piccole medie vengono spianate anche perchè portatrici di una restsitenza culturale ed ideologica .
3.b. L’ideale nazional-tradizionale nella parte conformata dalle ipocrisie borghesi e dalle avventure imperialiste a sua volta si presenta anche come linfa utile  per caste e apparati , tanto quanto il grande potere finanziario internazionale del quale essi sono interfaccia ( anche ) , in quote diversificate . Diverse teste di un medesimo corpo e diversificate alternative strategiche . 
Sull’altro lato della medaglia a loro volta i tecnocrati del potere economico finanziario gestiscono, ma hanno sempre meno direttive diverse da quelle strettamente  economico politiche , mentre compaiono strategie geopolitiche nuove “rifondate “ ( Russia e ipotetica via tedesca alla Europa confederata ) e i sistemi devastati da euro, concussione e corruzione implodono .
3.c. L’”ideale“ mondialista è alle corde più che altro per forza delle cose ( e più che ideale è un concreto progetto od un insieme di progetti condivisi di economia unica in una società massificata e diretta verticalmente da pochi luoghi e poteri, globalizzata sin nei gangli di gestione delle scelte o se volete ecumenizzata più dal verbo del consumo e del profitto).  
Rifondare valori idee, economia società e cultura è l’unica strada praticabile, ricacciando indietro dinamiche e sub-strategie già viste mille volte, prime tra tutte quelle insensate e violente del ribellismo gestito sotterraneamente e dei pronunciamenti che sempre di elite sono,  più o meno abilmente mascherate (salvo le eccezioni che non ci possono ahimè riguardare.  visto che il nostro paese è stato teatro di articolate strategie di controllo, deviazione e occupazione strisciante e non , da sempre e comunque da almeno trenta anni ) .
La Intransigente distruzione delle vecchie caste al potere sotterraneamente e poi nel  potere visibile, teatrino per “ingannati”, è l’unica duplice via concreta praticabile .

4. “Les Maçons à leur domicile“ “Masons at home“ rifondando solidarietà coesione e intelligenza storica .

Registi, attori, comparse e suggeritori devono però essere tutti “licenziati “ insieme ma a partire dai veri registi e dai suggeritori nascosti nella buca, se no la rappresentazione  teatrale “continua “:  la recita va avanti anche se muoiono l’attore o le comparse … cambia il canovaccio solo .
E non si può allora non informare e formare il paese sul quadro più complesso che si deve affrontare , superando tutto l’armamentario inquinato del capitalismo finanziario delle caste irretite.
Ma per farlo ci si deve occupare, pur secondo priorità, di tutte le  strategie di caste in campo ed   anche della vecchia piccola borghesia  di Stato  che ha tramato sub specie massonica deviata e non , al soldo di potenze e centri di potere anche internazionali, come è costume loro .  
SE del ruolo intellettuale della piccola borghesia e del bagaglio etico dobbiamo salvare qualcosa è quella capacità di superarsi negarsi e proiettare valori ed idee, secondo una etica consolidabile .
Non parliamo allora di nazione in termini ottocenteschi o di famiglia solo in termini di realtà contadina persa o di religione come dogma unico antico tradito .
Ricostituire  il nuovo antico senso di Dio, patria ,  famiglia e società, senza una egemonia bigotta e necessariamente duale , diviene essenziale in una società da rifondare … perchè il valore della solidarietà, il recupero del senso della collettività , la coesione e la consapevole ricostruzione partecipata non possono poggiarsi  sulla “NEW AGE “, sui profeti che danno i “numeri” , e su razze elette presunte e tantomeno sull’odio razziale, etnico di religione o di sesso o sulla pratica (deviata) del mito democratico. Fratellanza e sorellanza universali quindi, uomini e donne e figli di buona volontà accomunati in una strategia di tolleranza e rispetto contro ogni forma elitaria,   e da noi “les Maçons à leur domicile“ “Masons at home“ , per una precisa ragione.  

5. Strategie di elite, dominio, superiorita’ di razza od etnia, odi razziali od etnici  

Perchè le radici “umane” delle varie strategie di dominio elitario, della sopraffazione nei fatti , le teorie praticate oggi più sotterraneamente ed in forme sofisticate  delle razze elette, o razze superiori, e le contrapposte ire e  violenze , di chi spesso si sente accerchiato, ingannato e sopraffatto, sono facce opposte della stessa medaglia :  esse   trovano uno dei  terreni elettivi  nella stessa concezione e pratica della “fratellanza” massonica a cerchie, gruppi o condivisa tra cerchie e gruppi o nella altra  capacità di gestire sinanche i miti giuridici borghesi della astratta e generale universale uguaglianza, dell’espansione di diritti, Stato sociale e democrazia, finalizzandoli al loro simmetrico opposto. E non sarebbe una novità assoluta se anche Marx spiegò al mondo la dualità dei pricipi egualitari portati dalle c.d. rivoluzioni borghesi e che il passaggio dalla schiavitù alla uguaglianza di tutti era il passaggio da un modo di produzione al modo di produzione capitalistico che richiedeva  uguale  collocazione dell’uomo come merce forza lavoro . Solo che legare diritti e Stato sociale ad espansione del caos e la illusione del diritto e della uguaglianza  alla gestione invertita e separata delle scelte e realtà fondamentali finalizzata ad un progetto di dominio ultimo , detto così papale papale lascia senza fiato,  perchè sembra di vedere un copione intuito o , nel caso di chi scrive, soppesato nel e  dal concreto “ignorando”. .  
6. Un osservatorio stratificato ed un superameto di tutti i punti di vista parziali ed unilaterali .  

Oggi le cose nell’occidente mediterraneo sono più chiare, allora, nella loro maggiore   complessità. 
Non si può  essere  antimassonici, o filo ariani. o antisionisti o  antisemiti o identitari con orgogli razziali, anticomunisti, antifascisti o solo  democratici o filo dittatoriali o massoni o cattolici integralisti.
Un basamento comune lega  modelli e progetti elitari che vestono  vari panni : su di esso essi si  muovono, condividendolo.  
Volta per volta può prevalere l’uno o l’altro, senza mai intaccare il basamento comune , solo poi, forse prevarrà  l’uno o l’altra  substrategia, come è tipico delle fasi di rottura storica . 
Ma storia e ruota girano.    
Le identità e le visioni e strategie a fondamento ideologico settario, persino la duale natura della democrazia , non possono allora essere sposate da chi investe in  un progetto storico di reale liberazione fondato sulla idea del valore umano e sul riconoscimento in ciascuno di una qualità indispensabile a tutti.
Ci siamo di recente impossessati di frammenti di riflessioni e dibattiti che nel loro portato di divisione davamo per scontati errando . 

7. Le strategie di caste  assorbono ogni variabile ideologica e i dibattiti su attribuzioni ad etnie, razze o all’odio contrapposto, costituiscono l’ultimo ed il più sottile e pericoloso degli inganni .

UN dibattito scellerato ed assurdo  sulle stragi ebraiche ( e dei ROM) nel secolo passato,  e  una questione , quello sulla natura di falso storico o meno del c.d. libro de “I Savi di Sion”,   si prestano ad essere usati come esempio estremo  “rischioso”, ma non conosciamo tèma o autocensure .
6.a  Dal punto di vista universale una strage e le stragi sono la espressione di strategie criminali di elite . Una strage unica  per dimensioni è la espressione di una grande  strategia criminale.
Negare è folle, verificare scientificamente e storicamente è culturalmente possibile , solo se non è il portato velenoso della sponda opposta,  per la costruzione ideologica dell’anti mito dell'”olocausto”. Dirottare energie a destrutturare una componente supposta o meno di mito ,   collegato alla ideologia/convinzione religiosa del popolo che si proclamebbe eletto, confondendo tra popolo e chi elabora e costruisce l’idea e la suggestione,  è una operazione insensata e controproducente .
Da questi approcci ideologici nel loro volersi trasfigurare in anti-ideologici ,    non uscirà alcuna novità o  verità utile. 
Altra cosa è il tema della “libertà ” di ricerca e della necessità che “nulla sia tabu’ “, nemmeno la esatta e puntigliosa ricostruzione di quanto concretamente avvenuto tra il 1943 ed il 1945 .  
6.b Più fuorviante ancora il dibattito sulla natura artefatta o meno 
del libro de ” I Savi di Sion” . Sia,  come potrebbe certamente essere,  o meno,  un “falso storico ” quel testo, a leggerlo riporta in modo interessante a protocolli di dominio ed inganno , una elaborazione da parte di menti raffinate e alcuni reali  basamenti delle strategie di potere e dominio,  ma usate senza distinguo etnici.
Falsità. ipocrisia, scellerata manipolazione. doppiezza, abile camuffamento , cinismo vengono “formalizzati ” in astratto , enucleati con grande  attenzione a metodologie concrete da mettere in opera .
Ma lì c’è di tutto,  da Machiavelli al FAUST,  al giudizi dei pellirossa sull’uomo bianco ( “lingua biforcuta”) alle tecniche della doppia diplomazia, alla eterogenesi dei fini , ai metodi del Tavistock Institute … alle metodologie dei servizi ed apparati nascosti, ad un astratto progetto di dominio imputato infine ad un solo popolo o meglio ad una sola elite separata persino dal suo popolo ( ingannato a sua volta , necessariamente ) .
Leggete (1)   dal  libro  e capirete …. meglio .. quanto a nulla serva discutere di verità storica o falsificazione , dinanzi ad un testo che indica concrete metodologie .. ed espungete completamente il riferimento ad una INTERNAZIONALE o ad un progetto di etnia. Ai nostri fini è addirittura inutile .  

8. Non c’è un complotto unico “giudaico massonico ” come non c’è una    mistica e paurosa strategia unica occulta. 
Ogni chiave di lettura unilaterale è fallace ed ogni chiave di lettura assolutizzante copre il concreto fenomeno reale articolato storicamente determinato.   

Una serie di strategie  raffinate di dominio moderne e di  destrutturazione dei fondamenti sociali vengono  gestite da ormai settanta anni, sia in occidente che in medio oriente  che nell’estremo oriente , e persino nel terzo e quarto mondo su scala planetaria o scala locale .   e dietro e dentro vi è dalle ideologie totalitarie varie all’ateismo e gnosticismo , a concezioni iper-terrene portate avanti da strutture legate all'”apparato cattolico” e l’elenco sarebbe infinito e infinatamente variegato . 
Noi ci  siamo occupati sino ad oggi della concreta struttura che opera più o meno coperta nel nostro paese , e dei suoi collegamenti, abbiamo legato analisi storico-politica ed economia  generale alle strategie più incisive e sotterranee di potere . Abbiamo scoperto persino che una cordata molto coesa adotta con criminale efficienza metodologie e protocolli,  e persino che in essa illustri ruoli vengono gestiti da appartenenti ad una specifica etnìa. 
LO abbiamo detto come abbiamo detto che è sciocco criminale a sua volta ed  insensato ogni odio etnico e razziale e ogni incitamento . 
Il punto è costruire una integrale alternativa a tutto tondo sui vari piani.   
Abbiamo affrontato sinanche il tema del’esoterismo come falsa rappresentazione e incrementazione di sottoculture e false credenze, a sua volta gestito per fini di copertura e obnubilamento di concreto/i apparato/i, proselitismo , inganno e persino strategie di disorientamento pressione ed occupazione di gangli dello Stato .. Il chè non esclude che vi sia una valenza cognitiva nell’affrontare il tema sul piano esoterico ,  a partire dall’interese antropologico culturale che comporta . Ma con sano equilibrio intellettuale e distacco , necessari . 
Come Cecilia Gatto Trocchi inegnava.  
9. Una palingenesi realmente universale e democratica richiede la sintesi tra il meglio delle storie ed esperienze culturali e politiche ed un  disvelamento impietoso che riesca a comunicare ed arrivare alle masse. 

Ci auguriamo che questo  scetticismo e realismo attento alle vicende umane concrete ed alle dinamiche concrete si propaghi come senso critico, permeato di valori universali umani e della volontà di far riappropriare la specie umana del sapere,  scienza e spiritualità e potere reale di determinare l’avvenire  .
Liberi e consapevoli per scegliere, ma anche per agire .
Richiamarsi ai valori puri del pensiero cristiano , a Ghandi, a Kennedy, al Marx scienziato delle organizzazioni e della storia concreta   umana vista dal punto di vista dei rapporti eonomico sociali e della struttura, alla tradizione italiana ed a Gramsci, al Mussolini socialista nazionale antimassonico, al razionalismo occidentale ed alla pura idea e pratica del pensiero spirituale dell’occidente e dell’altra parte del mondo (  non edulcorati od adulterati ) ,   ed insieme ai principi cognitivi delle scienze ed alla sfera dell’inconoscibile che si allarga più  si allargano le conoscenze (  che è poi il tema di Dio, per chi crede),   non è una operazione improvvisata confusionaria o meramente eclettica . 
SE dobbiamo affrontare  efficientemente il crollo finanzirio capitalistico e la distruzione economica sociale, scardinare na  pseudo casta politica di  utili idioti irretiti  manipolati e ricattati a loro volta , se dobbiamo ridare agibilità politica smantellando le casematte sotterranee garanti e gestori nascoste del grande gioco e delle lunghe strategie, abbiamo bisogno di larghe vedute , senso critico e sguardo che veda lontano .
Ce li stiamo mettendo questi occhiali poicromatici e multifocali ?!?! Prima li facciamo indossare ai migliori ed a quote crescenti della società e meglio è. 
L’appuntamento con la storia incalza. 
E dobbiamo sopravanzare e rendere nulle le alchimie diabolicamente ipocrite delle manipolazioni e falsificazioni. Barra a dritta tra i flutti, gli scogli e le insidie e la “ipocrisia” della vecchia piccola massoneria.  

https://vimeo.com/channels/647544/84998314



CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE 





  

 
 

 

 

CANALE VIMEO CDD

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              
Annunci

Informazioni su Paolo Ferraro CDD. Tutti i BLOG SITI e LINK UTILI

CDD COMITATO DI COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA OCCORRE riunire e fondere insieme valori cristiani, valori laici, programmi contro le massonerie nere ed i poteri occulti, deviati e non, progetti di democrazia diretta ed economico sociali ridisegnando le ideologie e superando il declino in atto, governato da oligarchi e trasversali alleanze di vertice Una lunga ma veloce marcia verso una nuova società per mettere amorevolmente alla porta massonerie deviate, poteri forti e capitalismo finanziario, facendo fallire il progetto più inquietante della storia della umanità, ma anche gli altri di riserva portati avanti da chi vuole perpetuare dominio e sopraffazione . Occorre perciò riunire e fondere insieme valori cristiani, valori laici, programmi contro le massonerie nere ed i poteri occulti, deviati e non, progetti di democrazia diretta ed economico sociali ridisegnando le ideologie e superando il declino in atto, governato da oligarchi e trasversali alleanze di vertice. Realizzare per la prima volta una reale democrazia diretta e ripartire da una riformulata sovranità nazionale e monetaria con nuove alleanze geopolitiche, superando le obsolete distinzioni ideologiche e creando un sistema di idee e valori del TERZO MILLENNIO. non è utopia è una necessità storica . La costruzione di un intellettuale collettivo diviso in aree tematiche di lavoro, l'uso massiccio e sistematico della rete , la creazione di metodologie di intervento che consentano di arrivare capillarmente in tutti il luoghi informatici e di creare dibattiti, contraddizioni, crescere allargandosi continuamente, e disarticolare false convinzioni ed apparati , costituisce lo strumento operativo del pari necessario e coerente al fine .
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...